ePrivacy and GPDR Cookie Consent by TermsFeed Generator Home Automation System - MQTT e RF433 per monitor fotovoltaico... | OpenHAB - SmartHome | DomoticsDuino - Ingegneria informatica, Smart Home / OpenHAB, Flight Sim e altro...
OpenHAB - SmartHome (208 posts)

28/08/2017

Home Automation System - MQTT e RF433 per monitor fotovoltaico...

di Marco Lamanna



Adesso provo ad integrare il mio ricevitore wireless RF433Mhz (sviluppato con Arduino e Modulo Ethernet) con MQTT, in modo da poter acquisire sul sistema di Home Automation i dati di produzione dell'impianto fotovoltaico.

Non sto a dilungarmi sui dettagli di come funziona il sistema di acquisizione; questo è il mio vecchio post relativo all'argomento

/it/blog/2/iot-smarthome/post/2017/02/sniffando-le-onde-radio-rf-433mhz.html

Quello che voglio fare adesso è la trasmissione al broker MQTT dei dati acquisiti, per la futura integrazione con OpenHAB.

Bisogna quindi mettere mano allo sketch di Arduino che gestisce il ricevitore RF 433Mhz e fare in modo di pubblicare su un particolare topic i dati acquisiti. Attualmente il sistema invia i dati ad un'interfaccia WEB tramite la chiamata ad un semplice servizio HTTP REST.

Bene, utilizzando l'IDE di Arduino (la stessa utilizzata per l'upload del firmware dei SONOFF), apro lo sketch ed effettuo la modifica al codice per gestire il collegamento con il broker MQTT.

Tralascio i dettagli tecnici perchè non sono lo scopo di questo post e se ne trovano tantissimi in giro per la rete, ma se qualcuno fosse interessato al sorgente dello sketch mi scriva una mail, sarò ben felice di condividerlo.

Il topic che ho scelto per la pubblicazione dei valori è il seguente:

arduino/groundfloor/rf433/solarenergy/state

Ho cercato di seguire la naming convention che stavo usando per i SONOFF e quindi

[device]/[zona]/[tipologia]/[id del dato]/state

Il contenuto del messaggio è semplicemente il valore della potenza rilevata in Watt.

Ecco i messaggi pubblicati, visti sempre tramite mqtt-spy:



Ed ecco il ricevitore:




Attualmente è "muto", ma il prossimo step sarà quello di aggiungere un led per verificarne il funzionamento ed eventualmente anche qualche sensore ambientale...

Vedremo...